Top Ad unit 728 × 90

Ultimi articoli

recent

Gli Studi per Pianoforte - Storia dell'Étude

Prima del 1800 c'erano poche collezioni di brani per pianoforte scritte appositamente per scopo didattico. Questo tipo di composizioni non si era ancora affermato. La situazione però cambiò all'inizio del 19° secolo quando i progressi della tecnica pianistica abbracciarono i progressi nella tecnica di costruzione degli strumenti, e quando il pianoforte diventò sempre più popolare nelle abitazioni e nei circoli professionali. 

Il primo momento di svolta ci fu nel 1804, quando Cramer pubblicò un libro di 42 studi, il primo di questo tipo mai prodotto. Questi studi, diversi dai libri precedenti che contenevano solo "lezioni" o "esercizi", erano basati su schemi di note ripetuti in diverse forme. Lo scopo era sviluppare destrezza, coordinazione e resistenza del pianista.

In seguito al successo degli studi per pianoforte di Cramer l'anno dopo Daniel Steibelt pubblicò gli "Studi per Pianoforte", una collezione di 50 esercizi in linea con quelli di Cramer, il quale a sua volta rispose nel 1810 con un altro libro di 42 studi.

Ad essi seguì la "Scuola Pratica per il Pianoforte" di Joseph Wölfl (50 esercizi) e sei anni dopo il monumentale "Gradus ad Parnassum" di Clementi (100 pezzi). 

Nel 1835, tre anni dopo la morte di Clementi, Cramer pubblicò altri 16 studi così da raggiungere il totale di 100 come quelli di Clementi. Ma questi numeri sono in realtà minimi se paragonati al totale di 1129 esercizi pubblicati da Czerny, i quali coprono qualsiasi aspetto della tecnica pianistica. Tra i più famosi ricordiamo la "Scuola della velocità". 

Intanto però i tempi si evolvevano e si stavano aprendo nuove porte, emerse così un nuovo tipo di studi che univa l'aspetto tecnico a quello della poesia pura. È vero che in alcuni studi di Czerny ciò era già percepibile, come del resto negli studi di Hummel (Op.125) e in quelli di Moscheles (Op.70, Op.95, Op.105, Op.111). Ma fu solo con Chopin che il contenuto musicale abbracciò pienamente le sfide della tecnica. 

Liszt sviluppò questo genere ancora di più con i suoi "Studi Trascendentali" pubblicati nel 1851. In questo periodo seguirono altre pubblicazioni da parte di Henselt, Herz, Bertini, Bergmüller e Heller, ciò mostra l'interesse crescente per questo tipo di composizioni e infatti nel giro di pochi anni l'étude uscì dall'uso privato, come semplice esercitazione, e si trasformò in un mezzo per dimostrare in pubblico la propria abilità sovrumana. 

La collezione di Studi di Liszt si accoppia bene con gli Studi di Alkan Op.35, ma se pensiamo agli studi Op.39 ci accorgiamo di essere stati paracadutati già ad un altro livello. Da solo lo studio di Alkan Op.39 n.8 è lungo 1343 battute, più della sonata "Hammerklavier" di Beethoven.

Tra gli autori che hanno composto studi tra la fine del 19° secolo e l'inizio del 20° secolo possiamo citare ancora: Moszkowski, Saint-Saëns, Anton Rubinstein, Blumenfeld, Dohnányi e naturalmente Debussy e Rachmaninov.

Più recenti vanno ricordati gli studi per pianoforte di Lyapunov, Szymanowski e Ligeti



Fonte: International Piano (Gennaio-Febbraio 2015)
Titolo originaleStudying the étude by Jeremy Nicholas
Riduzione e libera traduzione mie. 




Ecco una tabella (non completa) che può essere usata però come punto di riferimento per chi è interessato ad approfondire l'argomento con lo spartito alla mano:

Autore
Spartiti (link per il download gratis)
Johann Baptist Cramer (1771 - 1858) 60 Studi scelti
Daniel Steibelt (1765 - 1823) 50 Studi Op.78
Joseph Wölfl (1773 - 1812) Op.56 Metodo di pianoforte, contenente 50 esercizi diteggiati
Muzio Clementi (1752 - 1832) Op.44 Gradus ad Parnassum
Carl Czerny (1791 - 1857)
(opere selezionate, qui trovate tutte le composizioni disponibili)
Op.139 (100 Esercizi Progressivi)
Op.299 (La Scuola della velocità)
Op.335 (La Scuola del Legato e dello Staccato)
Op.355 (La Scuola degli abbellimenti)
Op.365 (La Scuola del virtuoso)
Op.399 (Scuola della mano sinistra)
Op.400 (Scuola dell'articolazione e della polifonia)
Op.553 (6 studi di ottave)
Op.849 (30 Nuovi studi di meccanismo)
Johann Nepomuk Hummel (1778 - 1837) Studi Op.125
Ignaz Moscheles (1794 - 1870) Op.70 (24 Etudes)
Op.95 (12 Etudes)
Op.105 (2 Etudes)
Op.111 (4 Studi da Concerto)
Fryderyk Chopin (1810 - 1849) Studi Op.10
Studi Op.25
Franz Liszt (1811 - 1886) 12 studi Op.1
6 Studi d'esecuzione trascendentale da Niccolò Paganini
3 Studi da concerto (Il Lamento, La Leggerezza, Un Sospiro)
Ab Irato (Studio da concerto)
12 Studi d'esecuzione trascendentale
Adolf von Henselt (1814 - 1889) Douze études caractéristiques Op. 2
Douze études de salon Op. 5
Henri Herz (1803 - 1888) Studi per l'agilità Op.179
30 Studi progressivi Op.119
24 Studi Op.151
24 Studi Op.152
Henri Bertini (1798 - 1876) 25 Studi facili e progressivi Op.100
Studi musicali Op.97
25 Studi primari Op.166
25 Studi molto facili Op.149
24 Studi Op.29
24 Studi Op.32
25 Studi Op.66
25 Studi Op.137
Friedrich Burgmüller (1806 - 1874) 25 Studi facili e progressivi Op.100
12 Studi Op.105
18 Studi Op.109
Stephen Heller (1813 - 1888) Op. 16 24 Etudes. L'Art de phraser
Op. 45 25 Études. Introduction à l'art du phrasé
Op. 46 30 Études mélodiques et progressives
Op. 47 25 Études pour former au sentiment du rhythme et à l'expression
Op. 90 24 nouvelles Études
Op. 125 24 Nouvelles études d'expression et de rhythme
Charles Henri Valentin Alkan
(1813 - 1888)
12 Studi nelle tonalità maggiori Op.35
12 Studi nelle tonalità minori Op.39
Moritz Moszkowski (1854 - 1925) 15 Studi di virtuosità Op.72
20 Piccoli studi Op.91
12 Studi per la mano sinistra Op.92
Schizzi tecnici Op.97
Camille Saint-Saëns (1835 - 1921) 6 Studi Op.52
6 Studi Op.111
6 Studi per la mano sinistra Op.135
Anton Rubinstein (1829 - 1894) Etude on False Notes 
6 Studi Op.23
6 Studi Op.81
Felix Mikhailovich Blumenfeld (1863 - 1931) Studio da Concerto Op.24
Studio per la mano sinistra Op.36
Studio Op.54
2 Studi-Fantasia Op.25
Studio Fantasia Op.48
3 Studi Op.3
2 Studi Op.29
4 Studi Op.44
Ernő Dohnányi (1877 - 1960) Studi da concerto Op.28
Claude Debussy (1862 - 1918) 12 Studi (Vol. 1 e Vol.2)
Sergej Rachmaninov (1873 - 1943) Etudes-tableaux Op.33
Etudes-tableaux Op.39
Sergej Ljapunov (1859 - 1924) 12 studi d'esecuzione trascendentale Op. 11
Karol Szymanowski (1882 - 1937) 4 Studi Op.4
12 Studi Op.33
György Ligeti (1923 - 2006) Studi per pianoforte, primo libro (n.1-6)
Studi per pianoforte, secondo libro (n.7-14)
Studi per pianoforte, terzo libro (n.15-18)



Gli Studi per Pianoforte - Storia dell'Étude Reviewed by Gaetano Scalfidi on Friday, March 20, 2015 Rating: 5

No comments:

All Rights Reserved by Piano Feeling-Blog Pianoforte © 2014 - 2015
Powered By Blogger, Designed by Sweetheme

Contact Form

Name

Email *

Message *

Powered by Blogger.